In UK si pensa ad una tassa sulla ludopatia

tassa sulla ludopatia

Più volte in queste righe si è detto che “ci piace” riprendere vecchi proverbi e “farli propri per il gioco”, come per esempio: “Chi fa da sé, fa per tre” laddove si vede che nessuno prende serie iniziative per il mondo del gioco pubblico e dei migliori casino online che di conseguenza si vede costretto a “fare da sé” e vedere se con le proprie forze riesce a portare avanti iniziative importanti che dovrebbero essere messe in pratica dal Governo visto e considerato quello che il Governo “prende e recupera” da questo settore così “demoniaco”.

Quindi, ecco che una autorità come la Uk Gambling Commission si esprime suggerendo che l’industria del gioco dovrebbe concretizzare e finanziarie più iniziative contro la dipendenza da abuso del gioco che, purtroppo, ha conseguenze gravi, anche se i casi che si possono “contare” sono se non uguali addirittura inferiori alle altre dipendenze, come alcool, fumo e droga. Non che per questo ci si debba sentire “meno in colpa” quando l’abuso “di un gioco che dovrebbe solo divertire” dà questi risultati: le persone che “cadono nella rete” del gioco problematico sono sempre tante e sempre importante deve essere l’assistenza che va a loro prestata con professionalità, dedizione e cura.

Sempre la Gambling Commission, che si occupa di casino online autorizzati, evidenzia che l’industria del gioco investe importi per la pubblicità veramente risibili rispetto invece ai contributi che le stesse aziende versano al fondo contro le dipendenze al quale contribuiscono in modo volontario gli operatori del gioco. Questo contributo, sinora volontario, dovrebbe essere reso obbligatorio per tutte le industrie di questo settore e dovrebbero essere costituite da un contributo minimo dello 0,1% degli incassi lordi del gioco.

La responsabile di Uk Gambling Commission elogia la strategia verso il gioco responsabile esplicata a livello nazionale dal Consiglio Consultivo di esperti della Commissione sul gioco responsabile e sui danni legati al gioco e viene anche spiegato che ci si augura che questa strategia possa fornire il quadro complessivo di quello a cui si sta lavorando tutti insieme, e tutti con tanta solerzia che accomuna, per raggiungere l’obbiettivo che ci si è posti. Si tratta di uno schema che riguarda tutte le forme di gioco d’azzardo e che stabilisce una sorta di “ordine del giorno per operatori, regolatori, governo, enti commerciali, fornitori di trattamento ed una serie di enti pubblici”.

Da queste parole sui casino online ne dovrebbe discendere un impegno in “prima persona” del comparto dell’industria del gioco che deve essere una parte attiva e partecipante a questo progetto che deve sviluppare un piano di ricerca e che arrivi a garantire il finanziamento per attuare una strategia globale per il prossimo triennio. È ora proprio il momento di cambiare e di agire (e non solo di continuare a parlare) ed è giusto che lo faccia l’industria del gioco perché è “suo” l’interesse che tutto funzioni alla perfezione “nel suo mondo” e che tutti siano protetti, tranquilli, garantiti ed aiutati quando è necessario.

Certamente, come dice anche Google+ sui Casino Online legali AAMS in Italia, tutto richiederà molta competenza, un impegno senza limiti ed una variegata gamma di “parti interessate”: sarà una grande sfida che la Gambling Commision propone all’industria del gioco che dovrà dimostrare la propria maturità ed il proprio impegno a finanziare questa strategia. Se il Trust potesse avvalersi di un minimo dello 0,1% delle entrate lorde dei giochi di tutti gli operatori, questo porterebbe approssimativamente una somma pari a 10-11 milioni di sterline che si avvicinerebbe ad un importo “credibile” per assolvere un compito così importante.

Importante traguardo per il gioco d’azzardo patologico

gioco d'azzardo sicuro

Senza ombra di dubbio, che il gioco problematico sia stato inserito nei LEA è un traguardo assai importante che metterà anche a tacere alcune “bocche” che, relativamente a questa dipendenza, avevano speso forse troppe parole e neppure tutte a proposito. Ora, il fatto che il gioco problematico nei casino online legali italiani abbia assunto questa posizione, significa che da questo momento sarà a carico dello Stato ed inizierà a “costare”: gioco forza, quindi, che sia doveroso pensare a come non svilupparlo, a come non aumentarlo né reclamizzarlo. Invece, dovrà essere studiato il modo migliore per metterlo a disposizione di chi lo desideri, ma non certo estremamente “disponibile” e massicciamente “presente sul territorio” come ora.

L’impegno dello Stato ora sarà quello di spiegare ed illustrare il mondo del gioco d’azzardo pubblico così come forse doveva essere fatto “alcuni anni fa”, in modo che i quindici milioni di italiani che ne usufruiscono abbiano la responsabilità e la cultura di ciò che stanno approcciando e dove li può portare in caso di “avvicinamento non intelligente”. Dovrebbe essere messo in atto il percorso della “conoscenza del gioco” che dovrà essere per tutti, e questa volta lo Stato non potrà esimersi dal provvedere almeno a questo incombente per la salvaguardia dei propri cittadini.

In realtà, per troppo tempo, chi ci governa non ha provveduto ad affiancare il gioco d’azzardo ed i casino online nella sua crescita esponenziale, e si spera che, almeno in questa ultima incombenza, si faccia parte diligente e crei una linea di comunicazione tra i cittadini, il gioco, le conseguenze.

Secondo l’opinione di alcuni “veri esperti” il giocatore patologico è un individuo diviso “a metà” con una parte totalmente schiava delle sensazioni e delle reazioni che si creano nel suo organismo quando punta, vince, perde e riperde. Ma non esiste una sorta di “automatismo” tra gioco e patologia, visto che un solo giocatore su duecento viene sopraffatto dal gioco problematico e, statisticamente, è la “dimensione” dell’assunzione del gioco ad assumere un carattere determinante.

Si deve ricorrere alla scienza medica, cosi dice anche twitter che si occupa di notizie sui casino online, che però per decenni ha classificato anche l’omosessualità come una malattia, per comprendere che il gioco problematico è pure una malattia e va curata con l’intervento medico. Ogni malattia comporta un contorno giuridico visto che, quando viene classificata come fattore che altera le capacità decisionali individuali, impone un trattamento diversificato relativamente ad ogni soggetto che, in particolari condizioni, commette reati. Purtroppo, il nostro codice penale è ancora improntato ad una filosofia antica in virtù della quale “chi sbaglia paga” e poi si vedrà come curarlo.

Il codice penale, ed anche la pagina facebook con notizie sui migliori casino online legali aams, non si ferma all’incapacità di agire correttamente, ma verifica se l’individuo se la sia procurata (la malattia”) da uno stato originario di capacità, oppure se la medesima abbia una “sorgente fisiologica”. Per questo motivo il drogato, l’ipnotizzato, l’ubriaco che delinque non ha attenuanti e commette le sue azioni come se fosse “perfettamente lucido”. E per quanto riguarda, quindi, il giocatore patologico/problematico? La giurisprudenza penale per il momento si esprime comparandolo agli altri “colpevoli”. Non vi è dubbio che una persona sana che sia colpita dal gioco problematico, lo fa da persona libera di scegliere e, quindi, di accollarsi le conseguenze delle proprie scelte.

Una cena per festeggiare un gioco d’azzardo

Le città, grandi o piccole che siano, hanno bisogno a volte di una ventata di aria fresca, di allegria e spensieratezza che portino ai cittadini un senso “di farli sentire a casa” e farli divertire. Milano, con l’occasione del lancio di “Vinci Casa” nuovo gioco di Sisal ha organizzato una grande festa, con uno spettacolo di primo piano ed un concerto gratuito che ha portato in Piazza Venticinque Aprile tantissima gente. Gli spazi pedonali ricreati nel centro cittadino quindi sono stati apprezzati ed adibiti al divertimento: la piazza di Milano che è stata per parecchi mesi “luogo assai difficile” per il gioco pubblico a causa dei problemi relativi alle aperture delle sale da gioco, è stata ricettiva per questo evento confermando che la “città” non sta lottando contro il gioco pubblico, ma contro tutto quello che ne discende, illegalità inclusa. Questa è la vera piaga da combattere.

Per festeggiare questo nuovo gioco di Sisal “Vinci Casa”, che rappresenta una vera rivoluzione nel panorama nazionale dei giochi che porterà come premio un bene concreto e tangibile come l’acquisto di una casa, l’organizzazione in piazza di un concerto e l’apertura di “Casa Sisal” che è stata aperta per accogliere i milanesi sono stati apprezzati e condivisi da tanti cittadini. La raccolta delle giocate di “Vinci Casa” ha subito scatenato la fantasia degli italiani, registrando in poche ore un milione di euro di puntate, distribuite tra le oltre 40mila ricevitorie collegate alla rete Sisal ed al canale online.

Il gioco d’azzardo pubblico rischia di finire

Che piaccia o no, che si faccia parte o no della “parte dei cittadini benpensanti” si deve comunque riconoscere che il settore del gioco pubblico è la terza economia nazionale capace ancora oggi di creare occupazione in questa nostra “malandata” Penisola. Fatta questa premessa -che darà noia e fastidio a tantissimi cittadini- si deve sottolineare che gli ultimi tre Governi che si sono avvicendati nella “guida” del nostro Paese continuano a rimandare iniziative “serie e definitive” per il comparto del gioco pubblico portandolo man mano verso un declino, ahimè, preannunciato. Sopratutto negli ultimi mesi quando tutto il settore era in attesa di “novità assolute”, ristrutturazioni, velocità negli interventi il trend del gioco fa rabbrividire: e sono in gioco le vite di tante famiglie che gravitano attorno al “gioco pubblico”.

Tante parole, sempre parole dette da uno o dall’altro schieramento politico ma il suo malcostume sta veramente causando una “lenta agonia” del comparto economico e produttivo del gioco pubblico. Il veramente triste di questo malcostume politico è che oltre al comparto del gioco tale comportamento si tirerà dietro anche il resto del Paese in un fallimento politico prima ancora che economico ed industriale: la sconfitta equivarrebbe, senza dubbio alla rinuncia di uno dei capisaldi dell’ordinamento italiano che prevede la gestione del gioco in regime pubblico con il dichiarato obiettivo di sottrarre questo mercato all’illegalità. L’abbattimento del gioco lecito significherebbe proprio la sua riconsegna al “sommerso”, un concetto chiaro, cristallino e si dovrebbe dire anche, risaputo.

La pubblicità ad i casino online e al gioco d’azzardo

Quest’anno da ogni parte dell’apparato politico si sono “stagliate” voci contro il gioco d’azzardo, fatte e tolte leggi e regolamentazioni del settore, detto e negato affermazioni su tutto ciò che riguarda il mondo che circonda il settore e proposto e ritirato soluzioni che potessero in qualche modo dare la parvenza di regolamentazione di tutto il comparto. Gli operatori del gioco non sono “stupidi”, hanno investito tantissime risorse sia economiche che professionali ed umane nelle attività nelle quali credono e quindi hanno capito da tempo che il Governo da un lato non vuole rinunciare agli introiti del gioco e dall’altro deve “salvare la faccia” e “legiferare qualcosa” che metta a tacere le coscienze dei cittadini benpensanti

Quello che vogliamo sottolineare è che è giusto nella maniera più assoluta tutelare i minori con la futura “tessera sanitaria per le slot” che mira al “riconoscimento” del giocatore, meno bene la limitazione della distanza dai luoghi sensibili per l’apertura di sale da gioco, ed addirittura “demenziale” invece la proibizione della pubblicità per quanto riguarda il gioco che allontanerà dal settore tutti gli operatori che in esso vogliono investire, ma che se non avranno la possibilità di effettuare del “marketing” se ne scapperanno a “gambe levate” con grave perdita per tutto il comparto e di riflesso anche per lo Stato. Di grande impatto “morale” l’istituzione di un numero verde per la ludopatia e di un fondo per la prevenzione e la cura del gioco compulsivo.

Il gioco d’azzardo online e lo stato italiano

Insieme a tantissimi altri emendamenti, nella Legge di Stabilità sono stati bocciati anche gli emendamenti relativi al settore del gioco -forse valutato poco importante- e lasciati quelli che chiedono sostanzialmente l’incremento del Preu.

Si cercano “ancora risorse” nel comparto tanto “battagliato” dai nostri politici: circa 20milioni di euro in più dai giochi per sostenere e finanziare la promozione dei prodotti agricoli, ed ancora si cerca di riformulare a scaglioni il Preu per potersi assicurare la continuità dei livelli di ricerca da parte di imprese che finanziano progetti per la ricerca scientifica in università o enti pubblici di ricerca.

E’ paradossale, veramente paradossale che non si riescano a tagliare le solite spese dei politici delle quali si parla ormai da mesi, ma delle quali sembra non si riesca a farne a meno e si vada invece ad aumentare tasse sul gioco -che già ne paga abbastanza- e che provvede in continuità a riempire le “tasche” del nostro Erario ormai da anni. Il gioco d’azzardo è quel settore che più di tutti ha contribuito con il suo espandersi a procurare un gettito immenso nelle casse del nostro Stato, ed è un settore che sino ad ora non ha avuto crisi. Infatti gli operatori hanno investito ed investiranno ancora in questo business nel quale credono se però il nostro Stato la smetterà di “porre ostacoli” allo sviluppo del comparto che ha dimostrato, diversamente dagli altri settori, di essere vivo, di impiegare risorse finanziarie ed umane notevoli, quindi di investire con coscienza nel nostro Paese.

Un talento straordinario del gioco d’azzardo

Per Chris Moormann -Moorman1- l’età di 28 anni non è stato un “impiccio” ed è riuscito in pochissimo tempo a “raggranellare” vincite per quasi 10miliondi dollari! E’ un fenomeno ed un talento puro che gli ha consentito di fare così tanta strada vincendo tornei prestigiosi con una facilità “inumana” e raggiungendo tetti di vincita che a volte neppure i “veterani” si immaginano di poter raggiungere: al momento le sue vincite ufficiali sulle principali piattaforme mondiali sommano a 9.908.421 dollari e si avvicina quindi a tagliare il traguardo dei 10milioni di dollari.
Uno dei suoi piazzamenti più prestigiosi l’ha ottenuto nel 2009 nel Main Event delle SCOOP di PokerStars arrivando ottavo e sempre nel 2009 si è piazzato al secondo posto nell’evento 17 delle FTOPS. Anche il 2010 è stato “foriero” di ottimi risultati: ha vinto il Sunday Brawl su Full Tilt ed è arrivato terzo sempre sulla red room nel torneo da 2milioni di montepremi garantiti, assicurandosi un premio di 235.592 dollari, importo più alto vinto in carriera.
Chris Moorman è un fenomeno anche nel gioco live ed in carriera il talento inglese si è aggiudicato 2.962.569 dollari. Nel corrente anno è riuscito anche a qualificarsi a due final table di rilievo conquistando un ottavo posto nell’EPT di Londra ed un quinto posto alle WSOP nel 1.500 dollari NLHE Ante only.
Quindi possiamo dire che è un talento veramente straordinario che gli ha fatto aggiudicare il soprannome de “lo squalo di Brighton” ed a soli 28 anni crediamo sia un giocatore già temuto, invidiato ed assolutamente rispettato.

Il bonifico bancario ed i migliori casino online

Una delle principali preoccupazioni del legislatore che, nel luglio 2011, si è occupato di regolare la materia del gioco a distanza, è stata quella di introdurre un quadro normativo con l’obiettivo di fornire delle adeguate tute all’utente, soprattutto quando esegue delle transazioni con cui viene si ricarica il conto gioco casinò online e si effettuano i prelevamenti delle vincite conseguite.
Sono tanti i metodi di pagamento che oramai vengono accolti nel ventaglio di alternative da offrire alla propria clientela, come le carte di credito dei principali circuiti finanziari, i conti online, gli e-wallets e il bonifico bancario. Si tratta di un metodo di pagamento che presenta degli aspetti sicuramente positivi ma anche alcuni che non lo rendono appetibili agli occhi dell’utente alla stregua delle altre modalità in uso all’interno delle migliori piattaforme di gioco presenti sulla rete.

Il bonifico bancario è metodo di pagamento elettronico che permette il trasferimento di risorse finanziarie dal conto di un soggetto ad un altro. Chi emette il bonifico è l’ordinante, chi lo riceve è il beneficiario. Si tratta di un mezzo di pagamento usato per effettuare delle operazioni di home banking direttamente dall’account della banca presso cui il titolare ha aperto un conto corrente bancario. Non è altri che un trasferimento di denaro tra due soggetti, anche fisicamente molto distanti tra di loro, che può essere effettuato in banca o qualora la banca disponga di un servizio home banking attivo, da un qualsiasi altro terminale, provvisto di un browser internet.

Il bonifico bancario è certamente una modalità di pagamento a cui fanno molto ricorso coloro che devono eseguire delle transazioni sulla rete, per via dei grandi vantaggi che tale modalità di pagamento offre. Ecco alcuni, tra i più importanti aspetti positivi che derivano dall’utilizzo di tale mezzo di pagamento:

– si può usare anche da chi non ha un conto corrente bancario. L’importante è che il creditore sia titolare di un conto corrente.

– Il pagamento può essere eseguito anche a distanza, stando comodamente seduti dinanzi al PC di casa, operando dal proprio account.

– Si possono eseguire dei pagamenti senza incontrare alcuna limitazione. Si ricorda che le operazioni eseguite lasciano una tracciabilità che consente di risalire all’identità di chi ha emesso il bonifico e di chi l’ha ricevuto.

Di solito il beneficiario ottiene l’accredito della somma trasferita tramite bonifico entro 2-3 giorni feriali, salvo festivi.

In tutti i casinò online legali è possibile utilizzare il bonifico bancario sia per effettuare le ricariche dei conti gioco che per effettuare il prelevamento delle vincite conseguite.
I trasferimenti, però, avvengono in modo lento, in quanto non si dispone della stessa immediatezza che offre una carta di credito, una prepagata oppure un portafoglio virtuale.
Purtroppo, bisogna attendere del tempo anche per ottenere l’accredito delle somme vinte durante le scommesse. In media, i tempi per accreditare i soldi sul conto gioco casinò online oppure le vincite ottenute sul conto corrente sono di 3-4 giorni lavorativi. I tempi variano a seconda della tempistica impiegata dall’istituto bancario in cui il giocatore ha aperto il conto corrente.

Come il blackjack ti fà divertire nei casino online

Il Blackjack online è una forma di intrattenimento del casino legale molto amata dagli appassionati del gambling tradizionale. Per gli utenti, sono tante le possibilità di giocare e divertirsi gratuitamente o solo impiegando una minima parte di soldi propri, se si decide di iniziare fare sul serio per provare a vincere degli ottimi premi in denaro.
Nei prossimi paragrafi proveremo ad individuare le principali proprietà del Blackjack online Aams e delle promozioni che rendono molto appetibili i servizi di gioco dei casinò online legali italiani.
Gli utenti che sono alle prime armi e non conoscono nulla del mondo del gambling online possono giocare al Blackjack online, interagendo nell’ambito delle piattaforme con licenza per il gioco a distanza rilasciata dall’Aams. Si tratta di ambienti di gioco molto sicuri e in grado di garantire il massimo livello di protezione agli utenti, in quanto i risultati di gioco sono generati da software controllati di continuo dalla stessa Aams, la quale verifica che tutto si svolga in modo del tutto casuale, così come avviene di solito in una vera sala da gioco di un casinò terrestre.
Secondo quanto viene fissato dalle norme che regolano il gioco a distanza nel nostro paese, ogni società concessionaria è tenuta a rispettare delle percentuali di vincita che non possono andare sotto il 90%, garantendo la ridistribuzione della raccolta in favore degli utenti che scommettono e che vedono ritornare, sotto forma di vincite, una parte delle loro risorse messe in gioco.
Il gioco del Blackjack online è disponibile anche in diverse varianti di gioco, che si caratterizzano di qualche piccola variazione delle regole che sono alla base del suo svolgimento.
Vince il giocatore che totalizza un punteggio inferiore o uguale a 21, ma superiore a quello ottenuto dal banco. Si gioca, in genere, con un mazzo di carte francesi da 52.
Per quanto concerne il valore delle carte, bisogna dire che le carte che vanno dal 2 al 9, mantengono il loro valore nominale. Il 10 e le figure valgono dieci punti. L’Asso può valore 1 o 11, a seconda di come si presenta il gioco. Gli utenti che giocano al casinò online Aams, hanno la possibilità di imparare le regole e di entrare nei meccanismi del gioco, scommettendo gratuitamente, se accedono al gioco con soldi finti.

Gli utenti che intendono giocare al Blackjack online con soldi veri, possono sfruttare gli ottimi bonus di benvenuto del 100% con cui raddoppiare il valore delle risorse da depositare sul proprio conto gioco. In questo modo vengono incrementate in modo notevole le possibilità di vincita dell’utente mettendo in gioco soldi che per un buon 50% sono regalati dal casinò online.
Chi non vuol mettere in gioco soldi propri, può sfruttare gli ottimi bonus di benvenuto, il cui valore varia tra un minimo di 5 euro e un massimo di 30 euro.
Grazie a questa tipologia di incentivi al gioco, gli utenti alle prime armi hanno la possibilità di entrare nei meccanismi del gioco con soldi veri senza rischiare di subire delle perdite.

Se vuoi giocare d’azzardo online scegli feverbet.it

Sappiamo tutti che i giocatori d’azzardo, in generale, frequentano questo mondo perchè scaricano quell’ “adrenalina” che hanno in corpo e che li fa giocare e scommettere perchè così si sentono “bene” e divertendosi si allontanano dalla “quotidianità” che a volte va loro stretta. Chi scommette ci mette qualcosa in più: la tensione, l’ansia, l’astuzia e la conoscenza di un settore o di un altro e la “sfida” con la fortuna: tutti questi “sentimenti” vengono scaricati su Feverbet.it ed il palinsesto delle scommesse è lì per farsi scegliere.

Su Feverbet.it il mondo dei motori ha un ruolo preponderante: si potrà scommettere dalla Formula1 alla MotoGp, sul campionato Nascar e sul Rally. Si sceglierà tra i tantissimi eventi che si disputano e si avranno le migliori quote che il mercato mette a disposizione. Si potrà anche scommettere su chi si aggiudica una pole position oppure “saltando” in altro sport si potrà tentare su chi vincerà un torneo di tennis od una partita: tutto lo sport è a disposizione con Feverbet.it

Feverbet.it è l’unico bookmakers con licenza AAMS legale ad offrire ai propri giocatori un bonus rimborso, un bonus che permetterà di vincere anche quando si sta perdendo: è l’unica piattaforma che mette a disposizione 100 euro di bonus per poter “meglio” giocare e “meglio scommettere”.

E’ importantissimo che quando si scommette si faccia in modo legale e “coperti” da qualsiasi “infiltrazione alternativa”: la licenza AAMS protegge i giocatori di Feverbet.it e pensiamo che questa sia una delle cose più importanti che i giocatori possano trovare per scommettere in tranquillità e divertirsi a più non posso.